Il nostro caro Alessandro

Il nostro caro Alessandro

Lunedì 31/07 avremo con noi il caro Alessandro. Da diversi anni è impegnato come missionario in Giappone dove lavora in una scuola insegnando inglese ai bambini e collabora con la chiesa locale. Sarà l’occasione di avere suoi aggiornamenti e di sentire come il Signore lo sta guidando in questo difficile compito dall’altra parte del mondo.

Ecco un estratto della sua lettera informativa:

Il popolo giapponese è molto tranquillo ed omogeneo, e la principale occupazione nella vita è il lavoro. L’interesse per il Vangelo è quasi nullo, e in generale c’è indifferenza verso qualsiasi discorso religioso. Le difficoltà della lingua, la diversità della cultura, ed il carattere introverso di questo popolo, rendono difficile l’approccio alle persone. Tanti missionari in passato hanno abbandonato questo paese per mancanza di conversioni e se non si ha una comunione continua con il Signore, lo scoraggiamento prende facilmente il sopravvento. Preghiamo che possiamo essere sempre incoraggiati nella Sua opera.

 

Nonostante questo preambolo, vorrei ringraziare il Signore per come sta operando sia nella mia vita che in quella degli altri intorno a me. Nella scuola in cui lavoro infatti circa 250 bambini hanno la possibilità di imparare storie della Bibbia e canti cristiani tutte le settimane. Sono convinto che il Signore stia usando potentemente questo ministero, malgrado la mia imperfezione, e spero che tutti i ragazzi un giorno possano credere e ubbidire al Signore Gesù. Ogni tanto alcuni studenti della scuola vengono anche al culto, preghiamo che possano convertirsi. In agosto, l’insegnante che si era convertito l’anno scorso in novembre si battezzerà insieme ad altre due persone. Preghiamo che queste tre persone possano capire realmente cosa vuol dire ubbidire al Signore, e che possano essere discepolati secondo il modello che ci ha insegnato Gesù.   – Alessandro E.

Preghiamo per il nostro caro fratello e per tanti frutti in Giappone alla gloria del Signore.

share

Recommended Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *